L'impatto della realtà aumentata sulla customer experience

La realtà aumentata può trasformare radicalmente il modo in cui i consumatori interagiscono con brand e aziende. Ecco come

L’impatto della realtà aumentata sulla customer experience

Esperti e operatori del mondo del marketing e della comunicazione si sono resi conto da tempo di quanto la realtà aumentata (o augmented reality) possa trasformare radicalmente il modo in cui i consumatori interagiscono con brand e aziende. Scott Gerber, contributor di The Next Web, ha interpellato alcuni imprenditori e innovatori del YEC (Young Entrepreneur Council) di Boston per chiedere a ognuno di loro che effetto sta avendo l’AR sulle loro iniziative. Ecco le risposte.

Un occhio al futuro

Karl Kangur di MRR Media non ha ancora implementato l’AR nel suo business, ma sta monitorando gli effetti di queste tecnologie su diverse aziende, specie di fast fashion come Zara e H&M. In particolare si è detto interessato a come questi retailer useranno la realtà aumentata per migliorare l’esperienza offline dei consumatori più giovani, all’interno degli store.

Mock-up 3D

Secondo Brandon Stapper di Nonstop Signs, l’AR permette di mostrare mock-up molto economici ai clienti, ad esempio per presentare l’aspetto di un ambiente per progetti di interior design.

Migliori rappresentazioni dei KPI

Cody McLain di SupportNinja sostiene che uno dei punti di forza dell’AR sia la facilità con cui si possono mostrare visivamente i KPI di un progetto a un cliente e gli strumenti con cui verranno monitorati e analizzati.

Cresce la brand awareness

Secondo Michael Fellows di Broadway Lab, Inc., l’AR aiuta i clienti a raggiungere più velocemente i propri obiettivi, a risparmiare tempo, a migliorare la brand experience e a finalizzare la vendita di un prodotto.

Nuovi livelli

Per Kim Kaupe di ZinePak, l’AR permette di aggiungere un ulteriore livello di immersività e interesse per i fan, in particolare in contesti quali la gamification, soprattutto quando si può combinare con altre iniziative di marketing al fine di massimizzare i risultati.

Una svolta anche per i data center

Vik Patel è interessato ai miglioramenti in termini di efficienza e servizio al cliente che l’AR permetterà di apportare nei data center gestiti dalla sua azienda, Future Hosting. In questo contesto, infatti, l’AR verrà usata per incrociare rapidamente dati provenienti da diverse fonti.

Migliore organizzazione dei prodotti nelle app

Andy Karuza di FenSens prende ad esempio l’app 19 Crimes Wine, un’app che permette, attraverso la realtà aumentata, di scoprire la storia di diversi criminali. A suo parere, l’integrazione dell’AR ha permesso all’app di sviluppare un prodotto sia allettante a livello estetico che ingaggiante a livello pratico.

Presentazioni d’effetto

Parlare con un potenziale investitore in una riunione o con un potenziale cliente a una fiera assume tutto un altro aspetto quando si implementa la tecnologia AR. Secondo Bryce Welker di CPA Exam Guy, si ottiene un’esperienza memorabile.

Meno mobile, più AR

Secondo Syed Balkhi di OptinMonster, la realtà aumentata “cannibalizzerà” parte del mercato mobile. L’esperto sta facendo ricerche sull’utilizzo di banner pubblicitari da posizionare nella realtà aumentata, per alcune aziende clienti.

Realtà aumentata personalizzata

Secondo Nicole Munoz di Start Ranking Now, è importante per le aziende creare esperienze di realtà aumentata brandizzate, ma anche personalizzate a seconda dello specifico percorso utente.

Potenziale per i tour

Matt Doyle di Excel Builders sta tenendo d’occhio l’AR per capire come aiuterà le aziende nel campo dell’architettura a migliorare i tour per i clienti, in particolare per dare loro informazioni più dettagliate su materiali e colori.

Una rivoluzione per lo shopping

Secondo Fan Bi di Menswear Reviewed, l’AR aiuterà le aziende del settore fashion a offrire esperienze sempre più immersive ai propri clienti, permettendo loro di capire come potrebbero indossare un capo anche nell’esperienza di shopping online.