Come proteggere i device dal caldo

I device tecnologici soffrono il caldo e rischiano malfunzionamenti e rallentamenti. Ecco qualche consiglio per proteggere i vostri gadget durante l'estate.

Le alte temperature e i device tecnologici non vanno affatto d’accordo. Visto il periodo dell’anno, in cui diversi dispositivi, soprattutto smartphone, finiscono su spiagge, automobili bollenti, vagoni della metropolitana surriscaldati e in generale ambienti poco ventilati, è bene attrezzarsi per evitare gli scenari peggiori.

Quali sono i danni?

Ad esempio, le batterie esposte al calore per un periodo di tempo più o meno lungo subiscono un’accelerazione delle reazioni chimiche dei propri componenti, con conseguente danno alla struttura interna e una rapida diminuzione della durata della loro autonomia.

Un altro caso è quello della colla che tiene insieme il device e il suo rivestimento plastico, se non addirittura lo schermo. I danni in questo caso si manifestano con crepe, elementi che si sciolgono e, purtroppo, il malfunzionamento o rallentamento del device stesso. Non si tratta quindi di conseguenze prettamente estetiche, ma ne va delle performance del dispositivo.

Come proteggere i device?

Diversi laptop e telefoni si spengono o diminuiscono la luminosità quando la temperatura si alza eccessivamente. Quando non sono accesi o hanno lo schermo bloccato, tendono comunque a non generare a loro volta calore, il che aiuta in casi di temperature elevate.

Consultare le istruzioni

In diversi libretti di istruzioni, presenti nel pack originale del gadget in questione, si trovano indicazioni precise sulla temperatura considerata ottimale, la cosiddetta temperatura operativa. Considerato che le temperature previste in questi giorni in Italia toccano i 34 gradi e che la temperatura tende ad alzarsi in ambienti particolarmente caldi come l’automobile o la spiaggia, è davvero utile prendere precauzioni.

I nuovi MacBook Pros, come riporta GizModo, richiedono una temperatura compresa tra i 10 e i 35 gradi mentre vengono utilizzati, mentre possono essere conservati a temperature comprese tra i -25 e i 45 gradi. I telefoni Samsung e iPhone X , invece, richiedono una temperatura operativa compresa tra gli 0 e i 35 gradi. Quest’ultimo può essere riposto, senza essere utilizzato né acceso, in un ambiente o scaffale con temperatura compresa tra i -20 e i 45 gradi.

Lontani da fonti di calore

Per quanto possibile, è consigliabile evitare di tenere i dispositivi su un balcone o davanzale per diverse ore, tenerli lontani da fonti di calore artificiali quali caloriferi e lampade (comprese lampade da tavolo accese per diverse ore) e riporre il device all’ombra se si è in procinto di uscire, possibilmente in un ambiente chiuso (come un armadio o uno scaffale). In particolare nel caso dei laptop, è consigliabile riporli dentro ad una borsa o avvolti in un asciugamano, possibilmente spenti e non in standby. Se si sta usando un laptop in un ambiente chiuso ma poco ventilato, anche un piccolo ventilatore puntato sul device o una base di raffreddamento possono fare la differenza. Se invece ci si trova in spiaggia con il proprio smartphone, è bene cercare di evitare le app che mettono più a dura prova i processori, come YouTube e in generale le applicazioni per guardare contenuti video o giocare.


Contattaci

Per qualsiasi informazione, scrivici una mail
Questa non è comunicazione 2.0. È il solo modo di comunicare.




20% di sconto

Approfitta dell'offerta

Per lanciare la nostra nuova Academy ti offriamo uno sconto esclusivo del 20% per uno dei nostri corsi. Approfitta subito dell'offerta, è valida fino al 15 febbraio. Inserisci, al momneto del pagamento, il codice coupon: 20_ACADEMY