Investimenti pubblicitari natalizi: cresce online, cala TV

Le nuove campagne pubblicitarie di Natale, compresa quella di Burberry, favoriscono web e altre piattaforme rispetto alla TV.

A metà novembre, Burberry ha svelato la sua nuova campagna pubblicitaria natalizia, la prima sotto la direzione artistica di Riccardo Tisci: il video diretto da Juno Calypso e gli scatti realizzati hanno un tocco dark ed eccentrico, decisamente poco festoso, con protagonisti star della moda, del cinema e della musica quali Naomi Campbell, Kristin Scott Thomas, Matt Smith e M.I.A.

Nonostante la campagna, ideata dal Creative Media Department di Burberry Italy, sia stata pianificata dal centro media Vizeum per televisione, stampa, cinema, social e digital, in TV lo spot, in Italia, sarà veicolato solo sulla piattaforma Sky on demand, mentre sul web la campagna sarà presente sia su portali e siti dedicati a fashion e lusso, che su diverse testate di informazione. La situazione di “crisi” che si delinea per l’investimento pubblicitario televisivo, soprattutto nel periodo natalizio, non coinvolge solo l’Italia.

Calano gli investimenti pubblicitari per la TV

Gli investimenti pubblicitari per la TV nel periodo natalizio hanno infatti subìto un drastico calo rispetto alle aspettative anche nel Regno Unito. Tanto drastico da aver fatto diminuire del 5% il valore delle azioni di ITV, una rete televisiva privata britannica, dopo che il canale ha annunciato un ultimo trimestre non esattamente florido. Come riporta il Guardian, il mercato pubblicitario britannico ha vissuto uno dei suoi anni più redditizi, ma per gli investimenti pubblicitari televisivi è attesa una diminuzione di quasi 44 milioni di sterline per l’ultimo trimestre del 2018. Secondo l’Advertising Association/Warc., si scenderà dai 1.48 miliardi attesi a 1.43 miliardi.

Colpa di Brexit?

Secondo Carolyn McCall, chief executive di ITV, il calo si deve al momento di incertezza causato dal voto sulla Brexit. Come sottolineato dal reporter del Guardian Mark Sweney, però, solo la televisione sta subendo colpi e tagli, mentre per l’intero settore è addirittura previsto un incremento del 5% di spese rispetto allo scorso anno. Per la Search Advertising è previsto un aumento del 10%, per l’online video advertising si parla di un impressionante +31%, mentre per gli investimenti in mobile display advertising, soprattutto su Facebook, è atteso un aumento di spesa di 953 milioni di sterline. In totale, la pubblicità su Internet costituirà il 55% della spesa degli investimenti totali in marketing e pubblicità previsti per l’ultimo trimestre dell’anno.

Elton John nello spot di John Lewis

In attesa di superare la stagione natalizia e verificare se le previsioni sugli investimenti erano corrette, viene spontaneo chiedersi se alcuni degli spot pubblicitari ideati per la TV per questo Natale riusciranno a far cambiare idea (e strategia) alle aziende per il prossimo anno.
Basterà uno spot come quello realizzato per il grande magazzino John Lewis, che vede protagonista Elton John e che ripercorre la carriera dell’artista, a cambiare le sorti della pubblicità in TV? O il mood molto nostalgico e ottimista di questa campagna perderà terreno rispetto a quello più stravagante, ma molto contemporaneo, di Burberry? 

Siete interessati ad approfondire il mondo di FpS Media o volete farci una o più domande sui nostri servizi? Visitate la nostra sezione Contatti, compilate il form che trovate qui sotto e/o consultate la nostra sezione Chi Siamo!


Contattaci

Per qualsiasi informazione, scrivici una mail
Questa non è comunicazione 2.0. È il solo modo di comunicare.