Facebook ti dice quanto stai sui social: basterà?

Facebook sta introducendo tool per limitare e monitorare il tempo trascorso sulle sue app. Basterà a limitare la dipendenza da social?

Sono ormai diversi i tool, sia gratuiti che a pagamento, che permettono di tenere sotto controllo il tempo trascorso sui social media o su altri siti web, in uno sforzo collettivo per limitare la dipendenza da social e altri effetti collaterali da eccesso di Internet (tra le altre, segnaliamo AppDetox, Mute e Screen Time. In una mossa che ha colto diversi utenti e commentatori di sorpresa, Facebook ha annunciato di voler introdurre una feature che permetta agli utenti di tenere monitorato il tempo trascorso su Facebook e Instagram.
Non solo, gli utenti potranno anche impostare degli alert, per ricordarsi di chiudere l’app raggiunto un tetto limite di tempo.

Facebook segue l’esempio di Apple

Anche Apple si è di recente mossa in questa direzione: infatti, iOS 12, la nuova versione del sistema operativo per dispositivi mobile iOS che verrà rilasciata a breve, include tool quali Do Not Disturb, Notifications, Activity Reports e App Limits, tutti ideati con l’obiettivo di dare all’utente maggiore controllo sull’utilizzo delle proprie app, con grafici che evidenziano le diverse categorie (ad esempio, quanto tempo trascorriamo sui social comparato al tempo trascorso su app di intrattenimento o produttività).

Statistiche, reminder e opzioni per le notifiche

Tornando alle novità annunciate da Facebook, sarà disponibile una dashboard con statistiche relative all’utilizzo delle sue app più popolari, Facebook e Instagram, con dettagli e grafici relativi alla quantità di tempo impiegato, opzioni per attivare reminder, tool per bloccare le notifiche per periodi di massimo 8 ore per volta e molto altro.

“Vogliamo dare alle persone il potere di prendere decisioni autonome in merito a quale sia una quantità di tempo appropriata da spendere sui social e come e quando vogliono interagire” ha dichiarato il product management director di Instagram Ameet Ranadive.

Non mancano le critiche

Come ha fatto notare Mashable, non è detto che questi tool finiranno per dimostrarsi efficaci, anzi. Innanzitutto, dare il potere agli utenti equivale anche a spostare la responsabilità dell’eventuale perdita di tempo sull’app sul singolo e non sulla piattaforma o sui publisher che la popolano di contenuti.
Inoltre, i limiti sono facilmente aggirabili: come già accennato, il periodo di tempo più lungo che si potrà trascorrere senza notifiche di Facebook e Instagram è di 8 ore per volta.
Infine, i developer di Facebook sostengono di aver lavorato con alcuni ricercatori che studiano l’impatto dei social media sulla salute, ma l’azienda non ha specificato né citato nessuna precisa ricerca sugli effetti che statistiche e grafici possono avere sui comportamenti degli utenti (e un loro eventuale cambiamento in positivo).

Tool alternativi

Nell’attesa di poter verificare il funzionamento e gli eventuali benefici di questi nuovi strumenti, è bene ricordare che esistono anche alcune alternative, oltre alle app già citate. Se il blocco delle notifiche di otto ore non dovesse bastarvi, è possibile rimediare controllando le impostazioni delle proprie app direttamente dal proprio dispositivo, prendendo il controllo non solo delle notifiche social ma di tutte le altre app installate.


Contattaci

Per qualsiasi informazione, scrivici una mail
Questa non è comunicazione 2.0. È il solo modo di comunicare.




20% di sconto

Approfitta dell'offerta

Per lanciare la nostra nuova Academy ti offriamo uno sconto esclusivo del 20% per uno dei nostri corsi. Approfitta subito dell'offerta, è valida fino al 15 febbraio. Inserisci, al momneto del pagamento, il codice coupon: 20_ACADEMY