Non basta creare un contenuto per fare content marketing

Fare content marketing non significa semplicemente scrivere un buon contenuto. In una visione strategica, il contenuto è funzionale a fornire soluzioni e fidelizzare i clienti. Ecco come.

Su Internet, tutto è contenuto. Qualsiasi cosa esprima pensieri, informazioni o esperienze in forme scritte, visive o audio. Questo articolo è un contenuto. I milioni di foto pubblicate oggi su Instagram sono contenuti, così come le centinaia di ore di video caricate su YouTube negli ultimi secondi sono contenuti. Internet è costruito con i contenuti e lo è sempre stato. Ciò crea una certa confusione quando si parla di content marketing. Julia McCoy, fondatrice di Content Hacker™ spiega perché, in un articolo pubblicato su Entrepreneur Europe.

Cos’è realmente il content marketing?

Il content marketing è un approccio strategico al marketing che sfrutta la produzione di contenuti di valore per attrarre, coinvolgere e fidelizzare un determinato target di pubblico. In altre parole, utilizza i contenuti in modo strategico per fornire soluzioni ai problemi che possono emergere da parte di un’azienda o dei clienti. Alcuni esempi:

  • Il brand di fitness che crea una community e incoraggia i suoi abbonati a condividere esperienze e competenze acquisite
  • Il rivenditore di arredamenti per la casa che distribuisce una rivista mensile sulle ultime tendenze di stile e sulle buone pratiche di pulizia
  • La piattaforma che utilizza la gamification per incoraggiare gli utenti a scoprirne e conoscerne le caratteristiche
  • La compagnia di viaggi che utilizza un emozionante sito web interattivo per suggerire le esperienze che offre
  • Il sito di integratori che pubblica un blog di ricette vegane

Tutti questi contenuti posizionano i marchi quali punti di riferimento autorevoli in un determinato settore, ne dimostrano l’esperienza e fanno crescere la fiducia nel pubblico mettendo al primo posto i suoi bisogni e interessi.

Come capire se state davvero facendo content marketing

State facendo content marketing (e non solo creazione di contenuti o marketing digitale) se i vostri contenuti:

  • Mettono il pubblico al primo posto. Focalizzatevi sul cliente, non sull’azienda. Offrite contenuti utili e di valore e lasciate che il cliente decida quando si fida abbastanza da acquistare
  • Rimandano a un obiettivo aziendale o a una soluzione a un problema
  • Raramente, se non mai, promuovono il marchio in modo esplicito
  • Attirano i lettori nel vostro territorio di riferimento
  • Vengono pubblicati in modo coerente e costante
  • Utilizzano le metriche e l’analisi dei dati per misurare e ottimizzare i risultati

11 tipi di contenuti da padroneggiare nel modo giusto

Ecco una panoramica su come utilizzare gli 11 principali strumenti di content marketing nel modo corretto:

  • Blog. Assicuratevi che sia ottimizzato per la SEO e valutate la possibilità di aprire ai commenti per un ulteriore coinvolgimento
  • Casi studio. Illustrate la vostra esperienza accompagnando i lettori in un viaggio che mostri soluzioni ai loro punti deboli
  • eBook. Inventate un titolo che colpisca l’attenzione e fornite informazioni che le persone non possono trovare altrove
  • Email. Scrivete un testo diretto, potente e conciso che contenga informazioni che possono cambiare la vita dei lettori. Sono un filo diretto con il pubblico e possono costruire relazioni durature
  • Titoli. Titoli potenti e accattivanti (che non sembrano spam) consentono ai lettori di sapere esattamente cosa otterranno
  • Meta titoli e descrizioni. Mettetevi nei panni dei lettori e fategli sapere che avete le risposte che stanno cercando in questo momento
  • Descrizioni dei prodotti. Ottimizzate con parole chiave e descrivete i prodotti in termini di vantaggi piuttosto che di funzionalità
  • Post sui social media. Create un’esperienza che metta gli utenti al centro e incoraggi il coinvolgimento
  • Script video. Raccontate la storia del brand in modo coinvolgente. Potete anche includere il testo dello script nella pagina per rendere i contenuti più accessibili e migliorare la SEO
  • Contenuto del sito web. Mettete in risalto le informazioni importanti o utili, includete un chiaro invito all’azione e utilizzate immagini di alta qualità per creare un messaggio potente
  • White papers. Esplorate argomenti pertinenti in modo approfondito e offrite al pubblico idee che possono applicare ai propri problemi o alla vita quotidiana

In conclusione, la principale differenza tra un contenuto e il content marketing è che il content marketing implica molto di più della semplice creazione di contenuti. In effetti, l’enfasi non è affatto sui contenuti, bensì sulla creazione di un’esperienza che migliori la vita dei lettori. Mettendo al primo posto i lettori, affrontando i punti deboli e producendo costantemente contenuti di qualità, farete crescere il vostro marchio coltivando autorità e fiducia.