Content agency: cos’è, cosa fa

Una content agency è un’agenzia specializzata in produzione di contenuti per il web. Lavora integrando diversi strumenti per sviluppare l’identità di un marchio. Ecco come.

Il content marketing è diventato sempre più importante. Per questo i marchi si rivolgono sempre più spesso a una content agency. Si tratta di un investimento efficace, perché grazie al supporto di una content agency è possibile distinguersi e raggiungere potenziali clienti.

Che cos’è una content agency

Una content agency è un’agenzia specializzata in produzione di contenuti per il web. Un sito senza i giusti contenuti, infatti, è come una scatola vuota. Il ruolo di una content agency è quello di creare approfondimenti e articoli seo per i siti web, contenuti per i social declinati anche in veste fotografica, video e audio. Tutto ciò che ruota attorno al mondo del content marketing.

Ad essa si possono rivolgere aziende o liberi professionisti che non abbiano internamente queste competenze specialistiche. Il content marketing, infatti, è un’attività che richiede professionalità e tempo. Per questo può essere utile rivolgersi a un’agenzia esterna.

Cosa fa una content agency

Come abbiamo detto, la content agency si occupa di contenuti per il web a 360°. Vediamo nel dettaglio quali sono i principali canali di azione:

  • Siti web
  • Ottimizzazione seo
  • Content marketing
  • Digital pr
  • Newsletter e DEM
  • Brand identity
  • Social media marketing
  • Lead generation

In sostanza, la content agency aiuta un brand a svilupparsi con un approccio integrato, che tenga conto di tutti questi aspetti.

Pianificazione della strategia

La realizzazione dei contenuti non può essere improvvisata. Richiede una strategia. Il primo passo nella realizzazione di una campagna vincente è proprio la definizione di una strategia solida a supporto delle attività. La strategia di marketing va concordata con la direzione aziendale e deve essere allineata agli obiettivi dell’azienda stessa. I passaggi principali di questo processo sono:

  • Definizione del target:  prima di iniziare a produrre i contenuti è necessario identificare il pubblico a cui sono rivolti. Il concetto di buyer persona, una rappresentazione del cliente ideale, è centrale in questa fase
  • Ricerca delle parole chiave: per incrementare il traffico organico tramite la pubblicazione di contenuti, questi devono essere ottimizzati in base alle parole chiave strategiche
  • Formato dei contenuti: content agency e cliente selezionano su quali strumenti puntare come blog aziendale, infografiche, eBook, guide pratiche e video
  • Calendario editoriale: gli eventi in programma vanno calendarizzati – come ad esempio fiere, il lancio di nuovi prodotti o servizi, promozioni stagionali – in modo da creare contenuti ad hoc

Ottimizzazione dei contenuti per i motori di ricerca

Una content agency non si limita a creare contenuti di qualità. Il passaggio successivo, altrettanto importante, è l’ottimizzazione per i motori di ricerca: inutile, infatti, avere ottimi contenuti se nessuno è in grado di trovarli. L’ottimizzazione per i motori di ricerca non riguarda solamente il sito, ma comprende tutte le attività online di marketing B2B. In questa fase è importante non esagerare e non forzare la mano: l’esperienza dell’utente e quindi la leggibilità di un articolo sono più importanti delle keyword. Le parole chiave vanno accuratamente selezionate  e utilizzate, ma con un senso.

Monitoraggio e analisi

Per ottimizzare le prestazioni, una content agency dovrà dedicare del tempo anche al monitoraggio costante dei risultati. È dallo studio dei dati, infatti, che si può comprendere cosa sta funzionando e cosa meno all’interno della strategia di content. Software come Hubspot sono in grado di gestire ogni attività e integrare tutte le attività di marketing e vendite dell’azienda, fornendo tutti i dati necessari all’analisi.