Le 6 migliori app per pagamenti da smartphone

I metodi di pagamento da smartphone sono sempre più popolari. Ecco i migliori e le rispettive compatibilità, di carte e device

I metodi di pagamento da smartphone sono ormai molti, anche se diverse carte e banche non sono ancora abilitate. Samsung Pay è stato l’ultimo ad aggiungersi, nel 2018, con una lista di banche compatibili con il servizio più ampia di quella dei competitor e una tecnologia MST (Magnetic Secure Transmission), che funziona anche nel caso in cui il POS sia privo di tecnologia NFC (Near Field Communication) o contactless.

Ecco quali sono le app migliori per effettuare pagamenti da smartphone, tra quelle attualmente disponibili in Italia.

Samsung Pay

Carte compatibili: Maestro, Mastercard, Visa, V Pay, Banca Mediolanum, BNL, Carta BCC, CheBanca!, Hello bank!, Intesa Sanpaolo, NEXI, UniCredit.
Anche le carte fedeltà di alcuni negozi e grandi magazzini possono essere aggiunte all’app, per averle a portata di mano al momento del pagamento in cassa. Sul sito di Samsung è disponibile una lista aggiornata dei Partner associati al servizio.

Device compatibili: Galaxy Note9, Galaxy S9 | S9+, Galaxy Note8, Galaxy S8 | S8+, Galaxy S7 edge, Galaxy S7, Galaxy S6 edge+, Galaxy A7 2018, Galaxy A8, Galaxy A6 | A6+, Galaxy A5 2017, Galaxy A5 2016, Galaxy Watch, Gear S3 classic/frontier e Gear Sport

Pro: Comodità di utilizzo, anche senza tecnologia contactless

Contro: Relativamente pochi modelli sono compatibili

Apple Pay

Carte compatibili: Allianz Prima, American Express, Banca Mediolanum, boon. by Wirecard, Buddybank, bunq, Carrefour Banca, Carta BCC, Cassa Centrale, Casse Rurali Trentine (carte di credito), Cassa di Risparmio Sparkasse (carte di credito MasterCard e Visa), Credit Agricole (carte di credito e di debito), ExpendiaSmart, FinecoBank, Hype, N26, Nexi, TIMpersonal, UniCredit, Widiba

Device compatibili: iPhone da 6 in poi, iPhone SE, iPad (6a generazione, Pro, 5a generazione, Air 2, mini 3, mini 4, ma solo per pagamenti all’interno delle app, sul web con Safari, da persona a persona e in Business Chat), Apple Watch di tutti i modelli, Mac con Touch ID, Modelli di Mac introdotti a partire dal 2012 con un iPhone o un Apple Watch abilitato per Apple Pay, per pagamenti sul web in Safari e in Business Chat.
I pagamenti da persona a persona e la Business Chat sono attualmente disponibili solo negli Stati Uniti.

Pro: Apple Pay è comoda da utilizzare, tramite Touch Id

Contro: Le banche e le carte compatibili sono ancora poche

Satispay

Il sistema di pagamento Satispay avviene tramite app e non funziona tramite il caricamento dei dati delle proprie carte. Si tratta di un servizio in cui l’utente seleziona il destinatario a cui mandare un importo tramite l’Iban, anche nel caso in cui il destinatario sia un esercente.

Pro: Tutte le banche sono supportate. Compatibili tutti gli iPhone, smartphone Android e Windows Phone. Facile e comodo da utilizzare

Contro: Funziona solo tra utenti aderenti al servizio

Circle Pay

Disponibile in Italia dal settembre dello scorso anno, Circle Pay è un sistema che si basa sul protocollo della blockchain per scambiarsi denaro con amici e conoscenti in una piattaforma che assomiglia a quella di una chat. L’app si può scaricare su dispositivi Android e iOS. Si può accumulare credito, inviare e richiedere denaro, aggiungere fondi o richiedere di trasferire quelli accumulati sul proprio conto corrente bancario. Si può anche collegare una carta di credito.

Pro: Utile per scambio di denaro tra amici e familiari, come ad esempio per spese condivise, regali, cene

Contro: Diffusione ancora limitata, funziona solo tra utenti aderenti al servizio

PayPal Mobile

Tramite l’app PayPal Mobile è possibile ricevere, inviare denaro ed effettuare pagamenti online con smartphone. Per inviare una somma ad una persona, ad esempio, è sufficiente inserire il suo indirizzo mail o numero di telefono. Se si utilizza il saldo PayPal (quindi si ha un conto PayPal su cui sono stati caricati dei soldi), il servizio è gratis. Se invece il proprio conto PayPal è collegato ad una carta di debito o credito esterna al servizio, alla transazione verrà aggiunta una commissione del 3,4% più una tariffa di 0.35 euro.

Pro: semplicità di utilizzo, notifiche push, collegamento ad account PayPal

Contro: commissione per chi ha già un account PayPal, ma collegato ad un’altra carta

WeChat Pay

Gli utenti che utilizzano WeChat Pay possono effettuare pagamenti online o in-store. È sufficiente aprire un account, collegare il proprio conto e si può pagare via QR Code nei punti vendita abilitati. La valuta utilizzata per il pagamento è valuta cinese, mentre il commerciante riceverà la somma in euro, al tasso di cambio valido al momento della transazione.

Pro: WeChat è una delle app di messaggistica (e non solo) più popolari nel mondo, con oltre un miliardo di iscritti. La quantità di feature offerte nell’app e la sua fama, soprattutto tra la popolazione cinese ma non solo, potrebbero contribuire a rendere anche WeChat Pay un metodo di pagamento diffuso e conosciuto in tutto il mondo.

Contro: L’app per il pagamento via smartphone è ancora relativamente poco popolare in Italia. Funziona con POS dedicato o se si aggiunge WeChat Pay come circuito accettato in cassa.

Siete interessati ad approfondire il mondo di FpS Media o volete farci una o più domande sui nostri servizi? Visitate la nostra sezione Contatti, compilate il form che trovate qui sotto e/o consultate la nostra sezione Chi Siamo!


Contattaci

Per qualsiasi informazione, scrivici una mail
Questa non è comunicazione 2.0. È il solo modo di comunicare.